SEO

Post scritti in SEO, mettiamo sulla bilancia lati positivi e negativi!

SEO, quanto è (passatemi il termine) fica questa parola? Anche la fusione delle tre lettere, una consonante e due semplici vocali. E’ uno degli acronimi più belli. Ma cosa significa questo acronimo? Partiamo con il dire che è un acronimo in inglese, e significa Serch Engine Optmize. Ma parliamo in maniera più da bar. Migliore è il SEO dei vostri articoli, maggiore sarà l’indicizzazione dei motori di ricerca.
Allora, prima o poi ne parleremo in maniera più approfondita, ovviamente sempre in base a quelle che sono le mie capacità. Ci sono sicuramente altri blog in giro che trattano di questo argomento in maniera professionale e soprattutto da parte di persone che lo studiando giorno per giorno. Io ve lo spiego in maniera un po’ più povera, e poi vediamo quali sono i lati positivi e anche qualche lato negativo.

Due parole sul SEO

Allora, partiamo con il dire, come si scrive in SEO su WordPress? Allora, per poterlo fare vi dovete scaricare un semplice plug-in presente all’interno dello store. Si chiama SEO by Yoast, oltre a darvi la possibilità di vedere come state scrivendo vi da anche delle indicazioni su come poter scrivere meglio in SEO. Ovviamente, il plug-in stesso vi da anche la possibilità di compilare i campi SEO. I campi sono: Titolo post, argomento (parola chiave) e meta description. Io vi consiglio di scrivere la parola chiave all’inizio, appena iniziate a scrivere il vostro post. Durante la scrittura il famoso “semaforo” si aggiornerà. Se è sempre verde allora significa che il post che state scrivendo sarà indicizzato bene, se invece non lo sarà sarà o arancione o addirittura rosso. Allora, oltre al SEO ci sarebbe anche il campo leggibilità. Ora, qui ci sarà da fare un discorso approfondito e a dirla tutta devo anche io approfondire questo argomento, sicuramente lo andremo a trattare ma.. vediamo. Diciamo però, che su come scrivere in questo modo siamo già a posto. 

Benefici su come scrivere in chiave SEO

Allora, aprire un blog è fico, perché lo è. Diciamolo, è vero che è semplice oggi giorno fare una operazione del genere, è anche vero però che poter raccontare alle persone che abbiamo un blog è abbastanza fico. Il problema sorge al momento che abbiamo un blog ma nessuno lo legge. Ora, per poter fare leggere il nostro blog da persone che vanno oltre ai nostri genitori e alla nostra fidanzata dobbiamo scrivere bene. Scrivere bene significa scrivere in ottica SEO (ehm..non solo!) e ovviamente bisogna anche condividerlo sui social network, magari anche discutere con delle persone che ne sanno più di te, questo è molto importante. Discutere, e cercare di imparare dai più grandi è molto importante.

Dai anche un occhio a questo post! Potrebbe interessarti!

Diciamo che il beneficio è assolutamente superlativo rispetto a quelli che sono i difetti, avere un buon blog ben indicizzato all’interno dei motori di ricerca è molto importante e vi permetterà di ampliare il vostro raggio di follower e soprattutto di persone che potrebbero interessarsi seriamente al vostro progetto.

I difetti della scrittura SEO

Prima ci avete fatto caso? “ Diciamo però, che su come scrivere in questo modo siamo già a posto “. Questa frase (brutta come la fame!) prima mi ha aiutato a mantenere il famoso “semaforo” verde. E’ ovviamente una scrittura un po’ alla Salvatore Aranzulla, che ha fatto successo proprio grazie a questo “gioco”. Ovviamente, non sto discriminando il lavoro di nessuno, ma se volete scrivere proprio bene bene come dice il SEO allora dovrete scrivere un po’ a modo suo. Ovvio, questo tipo di scrittura non vi da la libertà di scrivere a modo vostro. Dovreste bilanciare un po’ l’ago della bilancia alla fine. Scrivere così vi porterà a scrivere in maniera un po’ “robotica”, a scrivere in maniera non proprio fluida. Però alla fine, vi aiuterà anche a indicizzare in maniera molto importante il vostro blog, e soprattutto all’inizio è molto importante.

Un altro difetto che possiamo trovare rispetto allo scrivere in maniera “normale” è sicuramente inerente al fatto che troviamo dei riferimenti. Attenti bene, avere dei riferimenti quando si scrivere spesso ci aiuta a non divagare nei discorsi, questo è vero. Ma più che altro, è proprio la mancanza di libertà nell’esprimersi. Il punto è che, alcune persone, hanno bisogno di esprimersi in maniera molto libera. Avere questi riferimenti spesso porta a innervosirsi un po’ inutilmente.

Conclusioni

Ho cercato di mettere in evidenza i pochi difetti che ci sono nello scrivere in SEO. Ovvio, bisogna cercare di trovare il giusto equilibrio. Se avete intenzione di non indicizzare il vostro blog.. beh, okkei. Però se non avete una passione sufficiente per poter tenere il blog in piedi dopo un po’ cadrà tutto e vi passerà la voglia di scrivere. Scrivere in chiave SEO invece, con il passare del tempo soprattutto, vi aiuterà a raggiungere un pubblico sempre più ampio e magari vi darà anche opportunità di parlare con persone importanti del settore. Sta a voi decidere!

Arrivederci, e statemi bene!

Adoro scrivere ed era da tempo che volevo mettere un progetto online tutto mio e fatto quasi interamente da me, programmazione a parte. Non è il miglior blog del mondo, sicuramente ci sono tanti di quegli errori che quasi non piacerà agli utenti, ma è un progetto mio dove sfogare le mie idee!
Articolo creato 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto